Che trattamento fare dopo un lungo volo?

Posted: 25 Ottobre, 2018 By: Comment: 0

Viaggiare in aereo negli ultimi anni è diventato facile e non costoso. Ricordo molto bene, che negli anni 90, un biglietto aereo era esoso e ritenuto un viaggio per persone danarose. Con l’avvento di internet e di siti specializzati in viaggi, sempre più persone possono permettersi di spostarsi in aereo. Stare seduti tra le nuvole e guardare i paesaggi dall’alto è un’esperienza straordinaria.

Gli aerei dei voli intercontinentali, in particolar modo, sono diventati sempre più grandi e sempre più confortevoli. Sembra di stare in salotto.

In studio ricevo spesso clienti che abitualmente, per lavoro, viaggiano per molte ore in aereo e quando ritornano a casa si sentono stanchi, gonfi e con la pelle disidratata.

Cosa succede al nostro corpo in volo?

Stare seduti per molte ore, specialmente nelle tratte intercontinentali,  crea gonfiore agli arti inferiori e un rallentamento della circolazione venosa, l’aria condizionata disidrata la pelle e i livelli di cortisolo- ormone dello stress- sono elevati.

La prima cosa che consiglio ai miei clienti, appena tornano dai viaggi, è di sottoporsi a un trattamento di Microcorrenti al viso insieme a un impacco al corpo di Glutathione.

Le Microcorrenti sono delle correnti a intensità inferiore ai 400 microamper, che caricano di energie le cellule del corpo e al tempo stesso lo rilassano. Il Glutathione è un peptide che drena i liquidi e i metalli pesanti, detossina i tessuti e protegge il corpo dall’ossidazione dei radicali liberi.

Finita la seduta, i clienti si sentono leggeri, rilassati e al tempo stesso ricaricati. E hanno la sensazione di avere la testa libera dai pensieri.

Quindi se anche voi effettuate spesso viaggi in aereo questo tipo di trattamento è l’ideale, e sentirete la differenza.

 

Duska

L’immagine è di Suhyeon Cho i@choisyeon